Per aumentare la proiezione del mento e la sua dimensione, quando il paziente non vuole ricorrere alla profiloplastica, metodica chirurgica, si può intervenire utilizzando dei fillers riassorbibili. È un trattamento non invasivo consigliato nei casi di mento sfuggente di piccola entità mentre nei casi di mento sfuggente di entità media è consigliabile la mentoplastica additiva. L’acido ialuronico è una sostanza che si trova nel corpo umano ed è una molecola compatibile con tutti i tipi di pelle. La sua funzione è quella di trattenere acqua , idratare e donare volume alla cute. Ha una durata che varia dai 6 ai 18 mesi ma esiste un’estrema variabilità di permanenza del filler nel derma che varia da paziente a paziente ed è influenzato anche dallo stile di vita, dal fumo, dall’alcool, dall’esposizione al sole o lampade abbronzanti. Prima del trattamento si consiglia di evitare nei 7 giorni che precedono l’iniezione, l’utilizzo di prodotti che contengono antinfiammatori, anticoagulanti o aspirina. Nelle 2 settimane successive al trattamento bisogna evitare grandi variazioni di temperature, esposizioni solari o lampade abbronzanti. Prima di eseguire il trattamento viene applicata sulla zona da trattare una crema anestetica. L’infiltrazione avviene tramite l’utilizzo di un ago molto sottile. Subito dopo il trattamento, l’area trattata può manifestare un lieve arrossamento o un leggero edema a cui può associarsi la comparsa di piccoli ematomi. Tuttavia, questi effetti, scompaiono nel giro di qualche giorno. Tutte le normali attività quotidiane possono essere riprese subito dopo il trattamento, e non è necessario un periodo di convalescenza.

Visita GRATUITA chiama ora!
×