Trovare validi rimedi contro la forfora può essere prioritario per i soggetti che ne sono colpiti. La forfora, infatti, può essere un disturbo molto spiacevole per chi ne è affetto, arrecando un grave disagio soprattutto nelle relazioni sociali. Tale imbarazzo si ripercuote anche a livello psicologico andando ad influire nello svolgimento delle normali attività quotidiane.

Cosa è la forfora?

Per individuare dei rimedi contro la forfora è fondamentale capire come si manifesta e quali ne sono le cause. La forfora è un disturbo del cuoio capelluto che si presenta con desquamazioni più o meno abbondanti e visibili nella zona della radice dei capelli. Oltre a risultare fastidiosa dal punto di vista estetico, la forfora può anche essere accompagnata da prurito dell’epidermide.

Essendo legata alla produzione di sebo, la forfora può comparire dall’adolescenza e fino ai quarant’anni. Colpisce soprattutto gli uomini, ma si presenta anche nelle donne. Più raramente si manifesta negli anziani e nei bambini, come conseguenza della limitata produzione di sebo.

Generalmente la forfora, anche detta pitiriasi, si accompagna a un’infiammazione del cuoio capelluto, che, irritato e secco, amplifica l’esfoliazione.

Come si presenta la forfora?

La forfora non si presenta sempre nello stesso modo. Una comune distinzione è tra forfora grassa e forfora secca. Anche dall’aspetto si possono avere opportune indicazioni su quali rimedi contro la forfora adottare.

Forfora grassa

La forfora grassa – o pitiriasi steatoide – è una tipologia di forfora che si manifesta sotto forma di tipiche squame giallastre. In genere questo tipo di forfora è legato alla dermatite seborroica e alla presenza di seborrea del cuoio capelluto. Ad essere colpiti da forfora grassa sono prevalentemente soggetti adulti, ma può manifestarsi anche negli adolescenti, con un’incidenza maggiore, ancora, negli individui di sesso maschile rispetto a quelli di sesso femminile.

Forfora secca

La forfora secca, invece, si presenta con scaglie sottili, bianche o grigiastre e dall’aspetto farinoso, simile a polvere. Sono più leggere e volatili, sparse su tutta la testa e tendono a cadere su collo e spalle. La forfora secca non dovrebbe essere confusa con la psoriasi del cuoio capelluto, malattia infiammatoria che causa lesioni a placche che possono dare origine ad una desquamazione simile a quella che si verifica nella forfora secca. Le piccole scaglie che costituiscono la forfora secca sono semplicemente residui di cellule morte appartenenti allo strato corneo.

Cause e rimedi contro la forfora

Le cause del fenomeno possono essere diverse e a volte possono presentarsi contemporaneamente: la loro individuazione è fondamentale per trovare dei rimedi contro la forfora che siano realmente efficcaci. Le principali cause possono essere ricondotte alle seguenti.

Un fungo, la Malassezia furfur (o Pityrospum), che si nutre del sebo, la sostanza grassa e oleosa presente sul cuoio capelluto, può contribuire alla formazione della forfora. Questo microorganismo in genere non crea problemi, quando, però, si riproduce in maniera incontrollata, inizia a nutrirsi del sebo presente sulla cute, scomponendolo in acidi grassi che accelerano il ricambio cellulare causando la sedimentazione di cellule morte e la manifestazione delle odiose scagliette bianche.

Rimedi contro la forfora possono essere cercati anche nell’alimentazione. Una cattiva alimentazione, infatti, può favorire l’insorgenza della forfora quando si propende per il consumo di grassi oppure si mangiano pochi alimenti ricchi di zinco, vitamine del gruppo B o alcuni tipi di grassi. Ugualmente l’eccesso di bevande alcoliche può avere effetti negativi nell’insorgenza della forfora.

Tra le cause della forfora è da inserire anche lo stress, che può innescare meccanismi alla base della formazione della forfora o accentuarne la manifestazione. In alcuni casi lo stress si somma agli effetti prodotti sul cuoio capelluto dai cambi di stagione, durante i quali i problemi di forfora sono più frequenti.

Infine, le scaglie tipiche della forfora possono manifestarsi di fronte ad irritazione o sensibilità causati dai prodotti per la cura dei capelli, principalmente gli shampoo o altri cosmetici che provocano una dermatite da contatto irritativa, scatenando il meccanismo alla base della forfora.

Ricordiamo ancora che l’individuazione della causa risulta fondamentale per individuare i giusti rimedi contro la forfora.

I principali rimedi contro la forfora

Di fronte all’inestetica presenza della forfora è possibile ricorrere a diversi rimedi, alcuni di origine naturale.

Uno dei più noti è l’impacco preparato con olio d’oliva e succo di limone, mescolando 2 cucchiai di succo di limone fresco, 2 cucchiai d’olio d’oliva e due cucchiai d’acqua. Il succo di limone aiuta a liberare il cuoio capelluto dalle squame secche della forfora, mentre l’olio d’oliva favorisce la sua idratazione ed il suo nutrimento. L’impacco va applicato sul cuoio capelluto umido prima dello shampoo e lasciato agire per circa mezz’ora.

Contro la forfora si può far ricorso anche ad un infuso a base di ortica da cui ricavare una lozione da frizionare sul cuoio capelluto. Per la sua preparazione sufficiente porre in infusione in 250 ml di acqua bollente un cucchiaino di fiori d’ortica essiccati, per circa 15 minuti. L’infuso va filtrato e lasciato raffreddare prima di essere applicato sulla cute con un applicatore spray.

Anche l’aceto di mele per le sue proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e antifungine può essere usato come rimedio contro la forfora. Mescolando in parti uguali aceto di mele e acqua si ottiene una miscela che, dopo aver provveduto a regolare lavaggio, si applica sui capelli massaggiando delicatamente con l’aiuto di un batuffolo di cotone. Il tutto va lasciato agire per circa 15 minuti avvolgendo un asciugamano intorno alla testa. Risciacquare poi con acqua tiepida. Non è necessario usare shampoo o balsamo. Questa semplice ricetta aiuta a ripristinare l’equilibrio del ph del cuoio capelluto. Per risultati realmente efficaci il trattamento va ripetuto almeno due volte a settimana.

Sebbene i rimedi contro la forfora naturali possano avere una certa efficacia, di fronte ai casi più ostinati è opportuno ricorrere ad altre soluzioni, come l’uso di SHAMPOO e LOZIONI ANTIFORFORA

Lo shampoo antiforfora è un prodotto impiegato per la detersione dei capelli e del cuoio capelluto con forfora. Per garantire il massimo dell’efficacia, la scelta dello shampoo antiforfora dovrebbe essere effettuata in base al tipo di forfora (grassa o secca).

Come tutti gli shampoo, anche quello specifico per il trattamento della forfora è costituito da una base lavante composta da una serie di tensioattivi di diversa natura, da abbinare ad ingredienti attivi funzionali a contrastare il disturbo del cuoio capelluto che determina l’insorgenza della forfora.

La base lavante dello shampoo antiforfora deve rispettare determinate caratteristiche: deve, infatti, svolgere una buona azione detergente ma in maniera delicata, così da non aggredire il cuoio capelluto e peggiorare la situazione. L’uso di shampoo dall’azione detergente eccessiva, infatti, potrebbe provocare un’ulteriore irritazione del cuoio capelluto con conseguente incremento della produzione di forfora.

Per quanto riguarda gli ingredienti Attivi degli shampoo antiforfora dovrebbero:

  • Esercitare un’azione cheratolitica, utile per favorire la rimozione delle squame superficiali.
  • Ridurre la velocità del turnover cellulare del cuoio capelluto.
  • Esercitare un’azione o antimicotica per ostacolare la proliferazione del Malassezia furfur.

Fra gli ingredienti attivi maggiormente impiegati negli shampoo antiforfora comunemente reperibili in profumeria o nei supermercati, ritroviamo zinco piritione, solfuro di selenio, acido salicilico, catrame vegetale.

Le lozioni antiforfora come rimedio contro la forfora hanno lo scopo di contribuire a normalizzare il fenomeno, intervenendo sull’eccessiva desquamazione come nel caso di dermatite seborroica e la psoriasi del cuoio capelluto. Situazioni particolarmente critiche anche per il capello perché la forfora mista al sebo (forfora grassa) può ostruire i follicoli e impedire il corretto sviluppo dei capelli. Le lozioni antiforfora devono favorire l’equilibrio cutaneo, agendo contemporaneamente su tre fronti:

  • Contribuire a normalizzare la produzione del sebo e riportarlo ai livelli fisiologici;
  • contrastare la presenza e la proliferazione della Malassezia furfur;
  • migliorare l’idratazione e il tono cutaneo.
Call Now ButtonChiama ora!
×