Circa il 30% delle persone subisce un aumento della caduta dei capelli in primavera.

La primavera è forse la stagione più attesa, i primi caldi, la voglia di stare all’aria aperta, di muoversi di più, di prendersi cura del proprio corpo. Sebbene non ci siano dubbi sulla bellezza della stagione primaverile, ci sono anche degli aspetti sgradevoli. Tra questi, oltre alle classiche allergie primaverili, è possibile notare una caduta dei capelli più abbondante.

Abbiamo già visto come le cause possono essere diverse: L’alterazione del rapporto ore luce/buio, cause psicologiche e sociologiche, ma anche cause genetiche.

 

I comportamenti che possono accrescere la caduta dei capelli in primavera

La perdita dei capelli stagionale è un disturbo che si presenta in molte persone ed è un fenomeno fisiologico, certamente sgradevole ma, per fortuna, temporaneo. Per ostacolare comunque la caduta dei capelli in primavera, basta avvalersi di terapie preventive, seguire una dieta equilibrata e, laddove ce ne sia bisogno, integratori che favoriscono il rinforzo dei capelli, evitandone la caduta.

Molti non sanno che trascorrere le vacanze in posti caldi al di fuori della stagione influisce negativamente sui capelli rendendoli più deboli. Infatti, la caduta dei capelli in primavera è, spesso, il risultato di quello che è accaduto nei mesi precedenti la stagione primaverile. Trascorrere le vacanze in zone calde senza essersi protetti in modo appropriato o se durante la stagione invernale ci si è  ammalati spesso, molto probabilmente l’ organismo ne risentirà con una conseguente maggior caduta dei capelli. Inoltre durante l’inverno si riserva poco spazio e tempo per l’attività fisica e per la cura del corpo, e il fisico ne risente, incluso i capelli. La sedentarietà e una alimentazione non equilibrata hanno una grande influenza sul benessere  dei capelli.

Ritrovare sulle spazzole, sul cuscino o in giro per casa ciocche di capelli è l’incubo di molte persone. Fusti decheratinizzati, secchi e aridi, sono  i primi segnali che rivelano l’arrivo della nuova stagione.

Nel periodo in cui si presenta un cambio di stagione, è normale che cadano più capelli del solito, è un fatto naturale che non deve spaventare.

I capelli hanno un proprio ciclo vitale che comprende la fase di crescita,  riposo e caduta. Pertanto i capelli rinnovano  ciclicamente e in una situazione fisiologica normale ogni capello vecchio che cade dovrà essere sostituito da uno nuovo. La primavera (come anche l’autunno), però, accelera sensibilmente il ciclo vitale, influenzandone la rigenerazione a causa del cambiamento delle temperature.

 

La caduta dei capelli in primavera interessa i capelli che in questa stagione sono in fase telogen (telogen effluvio stagionale). Si tratta di quei capelli che hanno concluso il normale ciclo di ricrescita, mentre i follicoli sono pronti a produrne altri  nuovi.

 

E’ importante, allora cercare di agire anticipatamente, prepararsi al cambio di stagione con azioni che permettano di rendere i capelli più forti quindi più sani favorendone la ricrescita.

I comportamenti da seguire per prevenire la caduta accelerata dei capelli in primavera sono semplici ma utilissimi:

– bere molta  acqua e assumere integratori di sali minerali

– lavare i capelli con prodotti specifici non troppo aggressivi

– evitare l’utilizzo eccessivo di phon e piastra che danneggiano i capelli. Certo non fanno cadere i capelli perché non alterano la radice dei capelli, ma usandoli molto spesso, a causa delle alte temperature che potrebbero raggiungere, possono danneggiare la fibra capillare, procurando la  rottura del fusto,  e influenzando la luminosità e l’aspetto generale dei capelli

– idratare i capelli con maschere nutrienti

– assumere alimenti ricchi di ferro, potassio, calcio e vitamine

– alimentarsi in maniera corretta ed equilibrata mangiando frutta e verdura di  stagione. Una dieta equilibrata è importante per avere capelli belli e sani, I capelli e le unghie sono le prime parti del corpo in cui si possono osservare i sintomi di eventuali carenze di sostanze nutritive.

– fare attività fisica costantemente.

 

In alcune circostanze, dietro la caduta dei capelli in primavera potrebbe celarsi un effettivo problema di ricrescita, rendendo difficoltosa la distinzione tra una caduta di capelli normale ed una anomala. E’ sempre opporrtuno di fronte ad una caduta particolarmente copiosa effettuare una visita tricologica.

 

I centri medici tricologici Tricomedit Group offrono una prima visita gratuita e la possibilità di confrontarsi con un team di specialisti medici, fra cui biologi, nutrizionisti e psicologi, per un esame approfondito della situazione.

Visita GRATUITA chiama ora!
×