Come riconoscere la dermatite seborroica del cuoio capelluto? Negli individui in cui si manifestano delle chiazze che possono presentarsi di colore rosso, desquamate o appaiono croste color giallo, coperte da una particolare patina grassa, è possibile che si tratti di dermatite seborroica.

La dermatite seborroica è una particolare infiammazione della cute che colpisce sia il viso sia il cuoio capelluto. Queste zone sono ricche di ghiandole sebacee e quando si presenta un’ eccessiva produzione di sebo, questa, causa delle lesioni pruriginose e desquamate che, sul cuoio capelluto si manifesta con la comparsa di forfora difficile da eliminare. Le cause scatenanti la dermatite seborroica del cuoio capelluto potrebbero essere molteplici, dalle quelle genetiche a quelle psicologiche, a quelle connesse al più generale stato di salute della persona.

I sintomi della dermatite seborroica del cuoio capelluto

Spesso risulta difficile identificare la dermatite seborroica del cuoio capelluto, essendo questo coperto dalla chioma. Un sintomo dell’infiammazione consiste in una abbondante quantità di forfora sul cuoio capellutodifficile da eliminare, e pelle untuosa. La desquamazione delle zone avviene perché c’è una più veloce produzione di cellule, provocando, quindi, un’alterazione del naturale processo di rinnovamento degli strati superficiali della cute.

Inoltre, l’eccessiva produzione di sebo intralcia l’attività dei bulbi piliferi facendo indebolire i capelli, fino a provocarne la caduta. Il sebo è una secrezione grassa che svolge la funzione di ammorbidire e difendere la pelle dall’aggressione di agenti esterni. Se questa è prodotta in maniera esagerata, perde la sua capacità protettiva e da origine ad una infiammazione del tessuto cutaneo che prende proprio il nome di dermatite.

Il fenomeno della dermatite seborroica del cuoio capelluto può comparire anche da giovani e si manifesta con maggior frequenza più negli uomini che nelle donne.

La dermatite seborroica potrebbe essere confusa con la psoriasi. Tutte e due sono disfunzioni della pelle che si manifestano in maniera molto simile.

I due problemi, però, presentano alcune differenze chiave. La principale differenza tra la dermatite seborroica e la psoriasi del cuoio capelluto sta nell’aspetto. La psoriasi del cuoio capelluto si manifesta polverosa e appare argentea, con macchie squamose sulla pelle che si sviluppano non solo sul cuoio capelluto ma anche su gomiti e ginocchia. A volte la patologia crea prurito.

La dermatite seborroica invece è più probabile che appaia con squame gialle e grasse, pelle rossa e gonfia che prude o brucia. Spesso l’irritazione si accentua quando, nel tentativo di alleviare il prurito, ci si gratta provocando delle vere e proprie lesioni sulla cute e quindi un peggioramento della situazione.

Ancora prima di trovare la cura adatta per guarire da questa patologia, è necessario capire e individuarne le cause, che si possono raggruppare in tre categorie:

  • cause genetiche, riferibili cioè alla predisposizione genetica nei confronti della malattia
  • cause psicologiche come lo stress
  • cause somato-psichiche che si riferiscono allo stato psichico del soggetto che è sottoposto a stress e nervosismo proprio a causa della malattia e alla incapacità di trovare una cura corretta.

Rimedi alla dermatite seborroica

Per combattere la dermatite seborroica del cuoio capelluto, bisogna eliminare alcune abitudini scorrette e seguire alcuni accorgimenti. La cosa principale da fare è quella di non usare shampoo aggressivi e non ricorrere a lavaggi troppo frequenti. Questi tentativi di eliminare l’untuosità del il cuoio capelluto di chi è affetto da dermatite seborroica sono inutili. La cute infatti, già molto sensibile, si irrita ancora di più peggiorando così la situazione.

Un’altra cattiva abitudine è quella di toccare continuamente i capelli. Così facendo, pur avendo le mani pulite, queste hanno comunque un leggero strato di grasso che si trasferisce sui capelli determinando un evidente appesantimento della chioma. Se si è soggetti a dermatite seborroica, il fenomeno può portare al peggioramento della patologia. Questo disturbo è cronico nella maggior parte dei soggetti colpiti che alternano fasi in cui si nota un miglioramento nei sintomi e altre fasi in cui si avvista un peggioramento.

Per curare la dermatite seborroica del cuoio capelluto innanzitutto ci si deve rivolgere ad uno specialista, il quale prescriverà la terapia adeguata per risolvere il problema. Nella maggior parte dei casi, si utilizzano farmaci per via topica come shampoo, creme ecc, applicate direttamente sulla parte della cute interessata, e che attenuano i sintomi del fenomeno. E’ chiaro che, in casi più gravi sarà il medico a prescrivere medicinali per via orale.  

I prodotti maggiormente usati per detergere la zona colpita da dermatite seborroica del cuoio capelluto, hanno tra i principi attivi selenio, solfato, zinco, piritione e acido salicilico. Per chi ha problemi di perdita di capelli collegata alla patologia, si utilizzano (sempre dietro consulto medico) farmaci corticosteroidi che agiscono in principal modo come antinfiammatorio.

Per maggiori informazioni puoi chiamare il nostro il NUMERO VERDE ☏ 800 30 67 60 oppure prenotare una VISITA TRICOLOGICA GRATUITA presso un Centro Tricologico Tricomedit Group.

Dermatite seborroica del cuoio capelluto
5 (100%) 1 vote[s]
Visita GRATUITA chiama ora!
×