Come rinforzare i capelli è il primo pensiero quando facciamo i conti con una caduta eccessiva o con una capigliatura fragile e spenta.

Come molti sanno, il fenomeno della caduta dei capelli è naturale ed il loro ricambio avviene circa 20 volte in tutta la nostra vita, con una frequenza minima di una volta ogni due anni fino a una ogni sei.

Se i segnali dovessero essere diversi e cioè con una maggior e più frequente caduta di capelli è bene correre subito ai ripari, individuando esattamente il problema e scegliendo la soluzione più adatta: non tutte le situazioni infatti sono gravi e irrecuperabili e, molto probabilmente, il primo passo da fare è quello di rinforzare i capelli con un trattamento tricologico adeguato.

Molti dei fattori che contribuiscono a danneggiare i capelli sono il cambiamento di stagione, lo smog, tenere i capelli troppo spesso legati nello stesso punto o dei prodotti aggressivi o non adeguati, e per ostacolare questo fenomeno spesso e volentieri bastano alcuni semplici accorgimenti da seguire nella vita quotidiana. Alcuni dei fattori che influenzano la caduta dei capelli potrebbero essere disturbi o disordini alimentari e, in questi casi la cura non sarà da ricercare solo nei prodotti cosmetici, ma sarà necessario intervenire scegliendo di seguire una sana alimentazione e/o cercando l’aiuto di psicologi ed esperti.

Il primo passo da fare per rinforzare i capelli è innanzitutto scegliere i prodotti giusti e appropriati ai vostri capelli. La cosa migliore è utilizzare uno shampoo che non faccia troppa schiuma così da evitare di irritare il cuoio capelluto, e che al contrario crei un film microlipidico protettivo.

E’ utile massaggiare la cute stimolando la microcircolazione per favorire la naturale ossigenazione dei bulbi per renderli più forti e utilizzare maschere e impacchi nutrienti per dare corpo al capello ed evitare che si spezzi.

Per rinforzare i capelli, però, non basta solo modificare le abitudini nei lavaggi e nei trattamenti, ma è anche importante tenere dei comportamenti adeguati al momento della piega: il phon non troppo caldo, da tenere sempre a una distanza di almeno 15 centimetri, spray e olii protettivi contro il calore, utilizzo di pettini a setole di legno larghe, per non stressare la chioma mentre si districano i capelli.

Se, poi, si vuole utilizzare prodotti naturali è possibile produrre un composto di uova e olio di oliva. Basta sbattere l’uovo con alcuni cucchiai di olio e dare vita ad una crema rafforzante. Applicare sul cuoio capelluto lasciandola agire per circa venti minuti dopodiché si può procedere al lavaggio dei capelli; mentre, per tutta la lunghezza, è possibile applicare sui capelli lo zenzero, fresco o in polvere, da mescolare con un olio vegetale. Anche in questo caso lasciare agire per 20 minuti e lavare normalmente o risciacquare con acqua tiepida.

Perché un’alimentazione corretta è un ottimo sistema per rinforzare i capelli?

Come per la pelle, anche i capelli prendono nutrimento da ciò che noi mangiamo. Quando ci si nutre con determinati alimenti, si permette di dare benefici specifici anche al cuoio capelluto e ai capelli. Un regime alimentare adatto al problema che trattiamo include la giusta dose dose di vitamine e di sali minerali.

Il ferro, per esempio, favorisce l’ossigenazione dei capelli, mentre lo zinco e il rame favoriscono la ricrescita e mantengono la naturale pigmentazione, le vitamine A e B li rendono più resistenti e gli amminoacidi e le proteine li rinforzano. Largo dunque ai pasti con i legumi che sono ricchi di vitamine del gruppo B, di proteine e di ferro e alla frutta secca e semi di girasole e di zucca ricchi di rame, selenio e zinco.

Altra cosa da non dimenticare è quella di idratarsi molto bevendo almeno due litri di acqua al giorno e assumere integratori ricchi di oligoelementi o aminoacidi che servono ad ispessire il fusto capillare.

Se un corretto utilizzo di prodotti, una sana alimentazione ed un equilibrato stile di vita non bastano a rinforzare i capelli potrebbe trattarsi di uno squilibrio ormonale. Ne possono essere soggette in modo particolare le donne nel periodo della menopausa. Lo scompenso ormonale, infatti, può procurare una maggior produzione di sebo, forfora, oppure l’incapacità di sintetizzare nel modo corretto le proteine del capello portando quindi al diradamento della chioma fino alla caduta.

Le cause di queste insufficienze ormonali possono essere congenite, ma in altri casi volte sono dovute a comportamenti sbagliati, legati, ad esempio, ad un ritmo di vita stressante: se per eventi traumatici, carichi di lavoro o responsabilità eccessive siamo stressati, questa condizione si riflette su tutto il nostro organismo e in maniera indiretta anche sui capelli.

Nelle situazioni più gravi potrebbe essere necessario un supporto farmacologico per rinforzare i capelli e preservare la nostra capigliatura dal pericolo di un’alopecia. In questi casi è sempre sconsigliato assumere prodotti senza una preventiva visita tricologica, attraverso la quale avere una corretta anamnesi della situazione e indicazioni per attivare il protocollo di cura più adatta alla propria personale situazione.

Rimedi per rinforzare i capelli
5 (100%) 2 votes

Articoli correlati

Visita GRATUITA chiama ora!