I nostri capelli, per essere sempre forti e splendenti, hanno bisogno del giusto nutrimento, e l’apporto di vitamine per capelli che cadono, è di sicuro un toccasana per la salute della chioma. Il fenomeno della caduta di capelli è assolutamente naturale, se rimane entro i suoi limiti fisiologici di ricambio. Ci si deve  preoccupare quando la ricrescita non c’è o è lentissima. Oltre a stress, cambi di stagione, o eventuale uso di farmaci, anche un’alimentazione non corretta potrebbe essere la causa di un indebolimento dei capelli, poiché dietro ad un disequilibrio alimentare potrebbe nascondersi una carenza vitaminica e/o di sali minerali, fondamentali per il benessere dell’intero organismo e, nello specifico, anche dei capelli e del cuoio capelluto. Proteine, grassi e carboidrati, da soli non sono sufficienti a garantire il buono stato di salute dei capelli. Come evidenziato da numerose ricerche sul rapporto tra nutrizione e capelli,  eventuali carenze vitaminiche, potrebbero riflettersi sulla chioma provocando assottigliamento, opacità e in particolar modo causarne  la caduta.

Quali sono le principali vitamine per capelli che cadono

Ci sono diverse vitamine per capelli che cadono da assumere tramite integratori per capelli o ponendo particolare attenzione all’alimentazione: la più semplice da trovare in natura è la biotina, detta anche vitamina H. Questa permette la produzione di cheratina, la quale favorisce il rinnovo dei capelli, contribuendo a farli crescere più velocemente e a rinforzarli. La biotina è contenuta in alimenti di consumo quotidiano, come pesce, piselli, pollo, lenticchie, formaggi, tuorlo d’uovo e latte, carne di bue, vitello, maiale, agnello, funghi, spinaci, fagioli, noci, lievito di birra, pomodori, lattuga, carote, cavolfiore, mele. La carenza di questa vitamina potrebbe contribuire, oltre ad un maggior diradamento dei capelli, anche a disturbi digestivi. La vitamina E, è un antiossidante, favorisce la circolazione del sangue che stimola  la ricrescita dei capelli  e ne ritarda la perdita del colore. E’ presente soprattutto negli olii di origine vegetale, nella frutta secca e nel germe di grano. Parlando di vitamine per capelli che cadono, non si può non sottolineare come la salute e la bellezza dei capelli passa anche attraverso l’assunzione di vitamina C. Gli scarsi livelli nell’organismo di questo elemento incidono negativamente sulla produzione di collagene, indebolendo la capigliatura e contribuendo, così, al la caduta dei capelli. Favorisce inoltre l’assorbimento del ferro che è essenziale nell’organismo. Nei casi di eccessiva caduta dei capelli non stagionale, si consiglia infatti di monitorare la sideremia e la ferritina, che rivelano la quantità di ferro presente nell’organismo. E’ risaputo che arance e limoni (le arance contengono circa 50 mg di vitamina ogni 100 gr) siano da sempre le prime fonti di vitamina C e il loro apporto nella nutrizione è importante specialmente nelle stagioni più fredde. La frutta con una maggiore concentrazione di vitamina C è l’uva (contiene 340 mg di vitamina C per 100g). Settembre e ottobre sono i periodi di particolare disponibilità di questa frutta, che contiene, inoltre, molti sali minerali (zinco, potassio, magnesio, ferro) oltre che vitamine del gruppo B e A.  I ribes e i peperoni hanno una concentrazione di vitamina C più alta, rispetto alle arance. La vitamina A, (detta anche retinolo) oltre a essere fondamentale per la vista e per le ossa, nutre i capelli e contribuisce a ritardarne l’invecchiamento ed è per questo che è possibile inserirla tra le vitamine dei capelli. E’ una delle vitamine liposolubili, che possono cioè essere accumulate nel fegato. Il corpo le conserva e le rilascia a piccole dosi quando è necessario, e non è indispensabile assumerle con regolarità, attraverso i cibi. La  vitamina A è contenuta nelle carote, nei broccoli e nelle zucche, nelle uova e nel formaggio; la sua carenza, potrebbe provocare forfora e secchezza. Tra le vitamine per capelli che cadono ci sono anche quelle fondamentali del gruppo B.  Il consumo di legumi, ricchi sia di proteine sia di vitamine del gruppo B e di ferro, previene la caduta dei capelli, li fortifica e sostiene la produzione di cheratina da parte dell’organismo. La vitamina B1 da’ energia e rivitalizza il cuoio capelluto, le vitamine B2 e B5 servono per favorire la brillantezza dei capelli, la vitamina B12 aiuta la crescita poiché dona ossigeno al bulbo pilifero, mentre la vitamina B3 stimola la rigenerazione cellulare apportando notevoli benefici. Gli alimenti ricchi di queste vitamine sono i cereali, i broccoli, gli spinaci, la soia, lenticchie, le arance e l’avocado. Numerose sono le vitamine per capelli che cadono e molte le occasioni per assumerle. Basta seguire una dieta equilibrata per ritrovare lo splendore della propria capigliatura. Laddove questo non fosse possibile o ci fossero particolari condizioni di aumento del fabbisogno nutrizionale è opportuno ricorrere a specifici integratori alimentari per capelli.

Vitamine per capelli che cadono
4.5 (90%) 2 votes

Articoli correlati

Visita GRATUITA chiama ora!