fbpx

Alcuni recenti studi hanno riscontrato una correlazione tra COVID E CADUTA DEI CAPELLI. Dai dati emerge, come più del 30% delle persone che contraggono l’infezione da Covid-19 riporta una copiosa caduta di capelli.

Il 30% dei positivi Covid soffrirà di caduta di capelli

La relazione tra Covid e caduta dei capelli si manifesta in due forme. In un caso si ha una caduta di capelli immediata, osservabile durante la fase acuta dell’infezione, quando il paziente è positivo al virus ed è sintomatico. È una forma rara di diradamento dovuto al Covid 19. Attualmente si ritiene possa essere riconducibile alla tossicità diretta del virus sui follicoli piliferi o sui vasi capillari del cuoio capelluto. La seconda forma che mette in relazione il l’infezione da Covid e la caduta dei capelli è quella più frequente e con effetti più marcati e a lungo termine. Nel 90% dei casi di Covid, infatti, la caduta dei capelli si manifesta a partire da due o tre mesi dalla guarigione.

 

caduta capelli e covid

 

Ad oggi non è possibile dire se questo rapporto tra Covid e caduta dei capelli colpisca maggiormente uomini o donne, giovani o anziani poiché mancano ancora evidenze statistiche. Di certo è stato riscontrato che la caduta di capelli post-COVID è un telogen effluvium acuto di un certo rilievo e porta alla perdita dai 100 ai 200 capelli al giorno ed è la tipica caduta di capelli reattiva che si verifica dopo eventi traumatici. L’effetto del diradamento da Covid si riscontra in seguito al lavaggio, con la spazzolatura, o anche passando semplicemente la mano fra i capelli.

Sembra, fortunatamente, che l’effetto congiunto di caduta capelli e Covid sia reversibile e che i capelli tornino a crescere nel tempo. Tuttavia occorre considerare due importanti aspetti. Primo,  la crescita è un processo lento e il ritorno alla normalità potrebbe richiedere mesi se si considera che la velocità di crescita del capello in condizioni normali è di circa 1 cm al mese.

In secondo luogo, in soggetti già affetti da forme di alopecie (circa il 50% della popolazione adulta di entrambi i sessi, quindi sia uomini che donne sperimentano forme diverse di caduta dei capelli) l’effetto del Covid può contribuire ad aggravare il diradamento. Gli effetti del Covid sui capelli possono manifestarsi anche con dolore al cuoio capelluto o tricodinia.

Cosa fare?

Attraverso una visita specialistica unita a test ed esami approfonditi con strumentazione apposita, l’esperto tricologo è in grado di eseguire l’anamnesi necessaria alla formulazione della terapia più adatta e personalizzata per ogni paziente.

Tricomedit investe nella ricerca, nella prevenzione e nella formazione, collaborando con medici chirurghi, iscritti al S.I.Tri (Società Italiana di Tricologia), consulenti tricologi, biologi, tecnici specializzati e personale altamente qualificato.

Nei CENTRI MEDICI TRICOMEDIT GROUP si utilizzano materie prime di altissima qualità biologica, regolarmente notificate ed approvate dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali di Roma.

In questo articolo abbiamo parlato di COVID E CADUTA DEI CAPELLI, se sei interessato ad approfondire l’argomento o a conoscere altri dettagli relativi alle problematiche del capello e del cuoio capelluto ti invitiamo a sfogliare il blog Tricomedit e a visionare le altre sezioni del nostro sito.

Se vuoi prenotare una VISITA TRICOLOGICA GRATUITA presso uno dei Centri Medici Tricologici TRICOMEDIT chiama il NUMERO VERDE ☏ 800 30 67 60.

Preferisci essere ricontatto da un nostro operatore ad un orario da te indicato? Compila il modulo on line

Call Now ButtonChiama ora!
×