Gli elementi che più influenzano e hanno influenzato il fenomeno del diradamento capelli nella donna sono molteplici e, nella maggior parte dei casi, connessi al tipo di vita che oggi la donna si trova ad affrontare. Riuscire ad amalgamare vita sociale, lavoro, casa non sempre è facile, e lo stress, psicologico e fisico, al quale è sottoposto il genere femminile può essere tra le cause scatenanti della perdita o diradamento dei capelli nella donna, sebbene le motivazioni della caduta dei capelli nella donna possano essere diverse.

Certo è che il diradamento dei capelli, anche se comune a tutti coloro che avanzano nell’età, può dare origine a numerose e delicate problematiche a livello psicologico in special modo per le donne e per i giovani. La società di oggi pone in evidenza il fenomeno estetico dandogli quel peso sociale ormai indispensabile per molti.

È proprio per questo che, per alcuni, è importante intervenire subito quando si presenta il problema del diradamento dei capelli, rivolgendosi a tricologi qualificati per individuare le cause scatenanti e avviare quindi le misure per ridurlo.

Cause del diradamento capelli nella donna

Tra le prime cause del diradamento capelli nella donna

troviamo:

  • Lo stress: molte donne sono colpite da alopecia da stress.
  • Il fattore genetico: tra le principali cause del diradamento dei capelli nelle donne è facilmente riconoscibile poiché la caduta dei capelli non accade limitatamente ad un periodo ma avviene costantemente.
  • Gli scompensi ormonali, dovuti per esempio al calo dei principali ormoni femminili, gli estrogeni, in particolare nel periodo della menopausa, o a seguito di diete o disturbi alimentari.
  • Il cambio di stagione: durante il cambio di stagione, in particolar modo nel passaggio alla primavera e all’autunno si perde una maggior quantità di capelli. La perdita dei capelli stagionale può rivelarsi un incubo, ma in realtà si tratta di un fenomeno naturale e temporaneo;
  • Le carenze nutrizionali come la della vitamina A, la cui mancanza determina un invecchiamento precoce dei capelli facendoli cadere, e lo zinco necessario per la produzione di cheratina, sostanza che compone capelli e unghie.
  • L’assunzione di farmaci che possono produrre effetti collaterali a carico del capello o del suo ciclo fisiologico di sviluppo.

In molti casi il fenomeno del diradamento dei capelli nella donna è temporaneo, cioè limitato a un periodo ben specifico nel quale si presentano le cause scatenanti la caduta. Tutto si risolve quando le cause che hanno provocato il fenomeno vengono meno.

Per avere capelli sani e forti è importante non far mancare loro vitamine e proteine senza le quali i follicoli diventano più sottili provocando quindi la perdita dei capelli. Per questo, se il diradamento dei capelli dipende da una presenza di una carenza nutritiva, diventa fondamentale seguire una corretta alimentazione e nel caso assumere integratori alimentari per capelli specifici per ovviare alla mancanza di nutrienti fondamentali.

E’ risaputo che l’essere umano ha una caduta fisiologica dei capelli, che può arrivare anche ad un centinaio al giorno. Tale fenomeno fa parte della vita del capello, del naturale processo di ricambio. I capelli che cadono vengono prontamente sostituiti lasciando che la capigliatura mantenga la stessa luminosità. In caso contrario, si assisterà al fenomeno del diradamento dei capelli con la presenza di chiazze prive di capelli sul cuoio capelluto.

E’ il caso dell’alopecia androgenetica femminile, condizione in cui la causa del diradamento dei capelli nella donna è connessa a fattori ereditari. L’alopecia femminile, come causa genetica del diradamento, si presenta con maggior frequenza nelle donne che in famiglia hanno avuto soggetti di sesso femminile con capelli diradati. Anche nel caso della donna, come per l’uomo, gli androgeni (ossia gli ormoni maschili) sono i principali responsabili della caduta del capello. Nei soggetti femminili la quantità di tali ormoni è certo inferiore, ma soprattutto in conseguenza della menopausa, dell’avanzamento dell’età, ma anche di altri fattori, il loro numero può crescere e determinare un aumento della caduta dei capelli.

Come curare il diradamento capelli nella donna

Per curare il diradamento dei capelli nella donna, esistono diversi metodi. I farmaci con principi attivi che riducono la produzione di ormoni androgeni sono efficaci per curare l’alopecia androgenetica (ad esempio la pillola anticoncezionale priva di progestinici). Laddove invece la perdita dei capelli non è più reversibile, è consigliabile il trapianto dei capelli.

Se il diradamento dei capelli nella donna è transitorio, e quindi dovuto a condizioni temporanee magari di stress, carenze alimentari, allora basta “eliminare” la causa.

Per eliminare lo stress è  opportuno prendersi del tempo per sè, imparare a dire di no, prendersi cura del proprio corpo con un po’ di sana attività fisica. Inoltre, è consigliabile seguire una dieta sana ed equilibrata e se non basta, aggiungere degli integratori che aiutino a rinforzare e nutrire il capello. Infine, andrebbero utilizzati prodotti non aggressivi quando si lavano i capelli e andrebbero protetti quando esposti al sole.

Prioritario all’azione di cura è l’individuazione della causa del diradamento capelli nella donna attraverso un’accurata visita tricologica. Soluzioni improvvisate posso far perdere tempo prezioso nel caso in cui la caduta non sia riconducibile ad un fenomeno fisiologico, ma a cause più serie come alopecia ereditaria.

Diradamento capelli nella donna
5 (100%) 1 vote

Articoli correlati

Visita GRATUITA chiama ora!