Attualmente il trapianto di capelli nelle zone colpite dal diradamento rappresenta di gran lunga la tecnica più efficace per la soluzione dell’annoso problema della calvizie.

Tanto è vero che un autentico maestro nella gestione della propria immagine come Silvio Berlusconi ha fatto ricorso all’autotrapianto di capelli alcune estati fa, al tempo della celebre bandana bianca con cui – subito dopo il trattamento – ricevette in Sardegna l’allora premier britannico Tony Blair.

Va comunque ricordata che la differenza tra tecnica di autotrapianto capelli FUT (ovvero il trapianto delle unità follicolari) e tecnica di autotrapianto capelli FUE (ovvero la estrazione delle unità follicolari) nell’autotrapianto di capelli, sta nella tecnica di prelievo dei follicoli da sottoporre al trattamento.

La tecnica Fut (Follicolar Unit Transplantation) è una tecnica di trapianto di capelli che consiste nel prelievo di una sottile striscia di cuoio capelluto da una area dotata di numerosi follicoli piliferi definita area donatrice per il trapianto di capelli. L’esito del prelievo della striscia normalmente è una cicatrice di larghezza inferiore ad un millimetro e quindi sottilissima che viene mascherata dai capelli circostanti.

La stessa cicatrice successivamente potrà essere nuovamente riutilizzata per ulteriori prelievi di unità follicolari per successivi interventi di autotrapianto di capelli. Altro aspetto positivo è il fatto che questo tipo di prelievo  non richiede la rasatura di tutta l’area circostante.

Successivamente la striscia di cuoio capelluto viene utilizzata per l’ estrazione dei singoli follicoli piliferi effettuata con l’ausilio di sistemi di ingrandimento professionali che possono essere particolari  tipi di microscopi chirurgici oppure particolari occhialini dotati di piccoli binocoli incorporati.

L’ estrema precisione e minuziosità di tale tecnica riduce al minimo il trauma derivante dell’estrazione delle unità follicolari e la esperienza del chirurgo riduce anche i tempi tra espianto e reimpianto; la rapidità del procedimento garantisce la maggiore percentuale di attecchimento dei follicoli trapiantati.

Con la tecnica di autotrapianto di capelli FUT è possibile ottenere percentuali di attecchimento di capelli trapiantati assai elevate e non paragonabili a quelle dell’autotrapianto di capelli FUE che sono nettamente più basse.

La tecnica di autotrapianto dei capelli FUT necessita di una notevole esperienza, un team chirurgico preparato, sale per gli interventi idonee e una considerevole specializzazione da parte del chirurgo che la esegue

I principali vantaggi della tecnica di autotrapianto di capelli FUT:

  • elevata percentuale di attecchimento e ricrescita dei capelli trapiantati rispetto alla Fue
  • cicatrice unica ed abitualmente sottilissima anche dopo più interventi nel tempo
  • Elevata percentuale di riuscita dell’intervento, anche su casi di grave perdita di capelli

I principali vantaggi della tecnica di autotrapianto di capelli FUE sono:

  • Nessuna sutura e cicatrice lineare
  • Tempi di guarigione brevi
  • Utilizzabile da chi non possiede una zona donante folta.

 

Hai trovato questo articolo interessante? Esprimi il tuo giudizio: 

Il trapianto di capelli come soluzione efficace per il problema della calvizie
5 (100%) 1 vote

In questo articolo abbiamo parlato di trapianto di capelli, se sei interessato ad approfondire l’argomento o a conoscere altri dettagli relativi alle problematiche del capello e del cuoio capelluto ti invitiamo a sfogliare il blog Tricomedit e a visionare le altre sezioni del nostro sito.

Se vuoi prenotare una VISITA TRICOLOGICA GRATUITA presso uno dei Centri Medici Tricologici TRICOMEDIT chiama il NUMERO VERDE ☏ 800 30 67 60 (clicca qui da cellulare).

Preferisci essere ricontatto da un nostro operatore ad un orario da te indicato? Compila il modulo on line

Articoli correlati

Visita GRATUITA chiama ora!