Il fenomeno della caduta dei capelli è un problema assai frequente sia negli uomini che nelle donne e verificare tempestivamente quali ne siano le cause è il modo migliore per capire altresì come prevenire la caduta dei capelli.

Perdere i capelli può essere dovuto a numerosi fattori: da quelli fisiologici a quelli psicosomatici, a quelli dovuti a carenze alimentari, disturbi ormonali o ancora cambi di stagione o forte stress emotivo.

La prima cosa da fare quindi è di rivolgersi ad uno specialista che analizzi l’origine della patologia per poter individuare una terapia adatta.

Questo problema incide soprattutto sull’aspetto psicologico della persona e la tempestività nel rivolgersi ad un medico diventa indispensabile sia per prevenire un eccessivo diradamento, che per il proprio benessere interiore.

Come prevenire la caduta dei capelli se le cause sono dovute a carenze alimentari? In alcuni di questi casi è possibile fare da soli: magari capendo bene quale sia la dieta migliore per evitare di perdere i capelli e, all’occorrenza, aiutarsi con degli integratori.

Prevenire la caduta dei capelli nell’uomo e nella donna

La caduta dei capelli riguarda sia gli uomini che le donne anche se ci sono delle piccole differenze.

Come prevenire la caduta dei capelli nella donna? Come sappiamo anche le donne subiscono questo fenomeno e fortunatamente, nella maggior parte dei casi, si tratta di una situazione momentanea anche se ugualmente importante. Poiché, nei soggetti del gentil sesso, il fenomeno è maggiormente penalizzante rispetto l’uomo, sarà dunque indispensabile determinare le cause e agire in maniera tempestiva.

Spesso le cause possono essere dovute a stress, inquinamento atmosferico, prodotti per capelli eccessivamente aggressivi, scompensi ormonali, carenze di zinco e vitamine, carenze alimentari dovute ad esempio a diete troppo rigide, oppure alla menopausa.

Fermo restando che sarà l’esperto a individuare la causa specifica e la conseguente cura, è possibile utilizzare dei rimedi naturali che aiutano a rinforzare il capello e prevenire l’assottigliamento del fusto e la caduta.

Il capello si alimenta di ciò di cui noi ci alimentiamo, perciò è vitale evitare di arrivare ad uno stato di carenza vitaminica e garantire il giusto nutrimento alla radice dei capelli. E’ opportuno evitare l’assunzione di cibi grassi che potrebbero provocare un’ipersecrezione sebacea.

Le sostanze che aiutano a contrastare la caduta

Quindi cosa occorre mangiare per prevenire la caduta dei capelli? Sicuramente tanta frutta soprattutto quella contenente vitamina C (agrumi, fragole, limoni, kiwi), tanta verdura sia quella contenente zinco come asparagi, melanzane, patate, fichi (lo zinco è fondamentale per la produzione di alcuni enzimi di cui necessita il capello), sia quella che contiene ferro come spinaci, cavoletti di bruxelles, rucola, bietole.
E’ importante anche la carne, sempre molto ricca di ferro, l’olio d’oliva, i di semi di girasole, l’olio di pesce che aiuta a rinforzare il cuoio capelluto e le uova che contengono vitamina A, vitamina che lubrifica il bulbo dei capelli evitando che il fusto si secchi.

L’azione combinata di  alimenti con biotina e acido folico bilancia le attività metaboliche dei tessuti formati da cellule a moltiplicazione veloce, come capelli, unghie e pelle.

La biotina è presente in alimenti come il fegato, il pane lievitato, i cereali, le nocciole, i piselli, la crusca di frumento o le banane. Invece l’acido folico si trova soprattutto in alimenti come il fegato di pollo, l’agnello, il tacchino e i legumi come ceci, fagioli e fagiolini.

Se nelle donne, come spiegato in precedenza, il fenomeno della caduta dei capelli spesso è temporaneo, negli uomini è spesso di tipo ereditario ed è dovuto ad un enzima che non sintetizza un ormone in particolare. Questa disfunzione, che riguarda quasi ed esclusivamente il genere maschile,   provoca l’indebolimento dei capelli che via via cadono determinando il fenomeno dell’alopecia androgenetica, o calvizie. Le altre cause della caduta dei capelli possono essere le stesse che si presentano nelle donne, così come i rimedi da adottare dal punto di vista dell’alimentazione

Importante per prevenire la caduta dei capelli e la calvizie maschile è l’assunzione di cereali integrali quali il riso, l’avena, il frumento e la segale. Questi cereali sono alimenti capaci di resistere all’insulina, ormone collegato proprio alla calvizie.

Inoltre, i cereali integrali contengono anche vitamina B6 e acido folico, ideali per l’ossigenazione del sangue dei follicoli piliferi.

Spazio quindi ai cereali integrali, alla frutta e alla verdura, carne, vitamina C, olio e uova, e alimenti contenenti biotina e acido folico, tutto come indicato in precedenza per le donne.

Come prevenire la caduta dei capelli quindi?

Possiamo affermare che molti elementi contribuiscono alla salute dei capelli, salute che va controllata in molti casi con la prevenzione, magari proprio scegliendo i cibi giusti. Spesso la caduta dei capelli è causata da alcune patologie che non dipendono da carenze alimentari. Questo non significa però che un sano stile di vita non possa essere di aiuto e che una corretta alimentazione non possa aiutare a prendersi cura dei propri capelli.

Visita GRATUITA chiama ora!
×